Calascio Abruzzo

La posizione di Calascio in Abruzzo, nato durante l’Alto Medioevo al crocevia di diverse strade, fa si che questo paese abbia una storia differente dagli altri paesi della “Baronia” ma non per questo meno interessante.

Durante il secolo scorso l’emigrazione ed il graduale abbandono dei paesi della zona ha fatto si che rimanessero ai margini del grande sviluppo (e speculazione) edilizio degli anni ’70 – ’80 . Il risultato di tutto questo è oggi un valore aggiunto che questi borghi si sono ritrovati rimanendo intatti nel tempo. In particolare Calascio non ha subìto neanche il restauro in alcuni casi anche eccessivo, degli ultimi venti anni che ha riportato paesi come Santo Stefano di Sessanio di nuovo in luce. Questo per Calascio va inteso come un ulteriore valore aggiunto e non una mancanza. Infatti il borgo è rimasto intatto nella sua struttura originale ed è il maggiore esempio conservativo della zona. Un paese unico e genuino!!

Passando in auto per la strada Provinciale non si ha l’impressione della sua bellezza. Vale la pena soffermarsi e visitare a piedi il centro storico che si sviluppa per più di un chilometro lungo tutto il fianco della montagna. Le chiese, i vicoli, le scale e i palazzi signorili fanno di Calascio un borgo medievale autentico, interessante e ricco di storia.

Ovviamente continuando a piedi in salita in solo 20 minuti si arriva alla ben nota frazione di Rocca Calascio oggi restaurata e “rivisitata”.

La storia

un pò di storia dal sito del Parco Nazionale

http://www.gransassolagapark.it/paesi_dettaglio.php?id=66014